Obesità : Il flagello del XXI secolo

December 28, 2012 Comments Off
Obesità : Il flagello del XXI secolo
Obesità : Il flagello del XXI secolo


La vita moderna, con tutti i suoi impegni e ritmi veloci, ha portato l’uomo ad uno stile di vita e di alimentazione non sano, con conseguenze distruttive per il suo organismo. I problemi di salute e l’aumento della mortalità appaiono in età sempre più giovani.

Per questo motivo il 24 ottobre è stata stabilita ufficialmente la giornata mondiale contro l’obesità dall’OMS (Organizzazione Mondiale della Sanità), che ha descritto questo flagello dell’obesità come una malattia cronica.

 Che cosa è l’obesità

L’obesità non è una situazione semplice. Si tratta di un caso clinico in cui l’accumulo di grandi quantità di grasso nel corpo, in continuazione, conduce al punto di mettere in rischio le funzioni vitali del corpo e la salute di una persona, e in alcuni casi arriva fino al punto di minacciare la sua vita stessa.

I pochi chili in più non sono un fenomeno di obesità. Per poter parlare di obesità dovremo riferirsi a persone con un BMI (Indice di Massa Corporea) superiore a 30.

 Fattori che portano all’obesità

  • Ormoni

Secondo alcune teorie, l’obesità è associata ad un’aumentata quantità di insulina nel corpo ed è inoltre influenzata dall’insulina.

  • Geni

Un altro fattore che può portare all’obesità sono le varie alterazioni genetiche nei geni quelli che sono responsabili per il metabolismo e l’appetito.

  • Alimentazione di cattiva qualità

Il modo sbagliato di mangiare, sia se si tratta della qualità dei pasti, o del programma nutrizionale, o anche la quantità dei pasti, spinge sempre più persone, anche bambini, alla via crucis degli obesi.

 Obesità Infantile

Abbiamo incontrato il fenomeno dell’obesità infantile per prima volta in America. Oramai al giorno d’oggi, con gli americani a mantenere il primo posto nell’obesità infantile, l’Italia si trova al secondo posto, il che è un fenomeno molto preoccupante per lo stile di vita e la dieta dei bambini nel nostro paese.

L’obesità non ha nulla a che fare con l’aspetto fisico. Quello che dobbiamo tutti renderci conto è la gravità di questa malattia e gli effetti drammatici che può avere sul nostro organismo e la sua funzione.

 Gli effetti dell’obesità sul organismo umano

  • Attacchi cardiaci
  • Ipertensione
  • Diabete di tipo II
  • Iperuricemia
  • Iperlipidemia
  • Ipertrofia del cuore
  • La malattia coronarica
  • Arteriosclerosi
  • Sindrome di Apnea
  • Malattie respiratorie
  • Problemi muscolo-scheletrici
  • Problemi nel sistema digestivo
  • Infertilità nelle donne
  • Problemi durante la gravidanza
  • Problemi endocrini
  • Mortalità anche in età più giovani
  • Disfunzione erettile per gli uomini
  • Artrite
  • Cancro
  • Disturbi psicologici e instabilità emotiva
  • Isolamento sociale

 Statistiche 

Secondo una ricerca condotta dal programma COSI intrapreso dall’Organizzazione Mondiale della Sanità, i risultati dalle misurazioni della forma fisica di studenti di elementari sono:

Studenti Normali Sovrappesi Obesi
Seconda elementare 59,53% 23,03% 13,65%
Quarta Elementare 53,93% 28,87% 13,,42%

 La percentuale di studenti sottopesi ha toccato solo il 3,78%

Quando la percentuale degli obesi è così alta da cosi giovane età, secondo le previsioni, l’aspettativa di vita si riduce troppo, ed è anche stimato che in circa 20 anni, i decessi di bambini dovuti all’obesità supereranno quelli dovuti ai farmaci o l’AIDS.

 

Comments are closed.