Artrite reumatoide: Prenditi cura della tua dieta!

November 30, 2013 Comments Off
Artrite reumatoide: Prenditi cura della tua dieta!


Prendi le informazioni circa l’artrite reumatoide (AR)!

L’artrite reumatoide non è un semplice caso. È una malattia cronica, poliarticolare, simmetrica e infiammatoria e rende il suo attacco soprattutto verso le piccole articolazioni e più specificamente sul loro sinovia.

I risultati della artrite reumatoide sono molte e dolorose. La paralisi, la deformazione, così come le manifestazioni extra-articolari, sono solo alcune delle sue conseguenze.

La cosa spiacevole con questa malattia è che è cronica e si presta al trattamento. Potrebbe essere caratterizzata come una malattia “intera”, che attraverso vari modi potrebbe essere mantenuto in una condizione stabile e stagnante, in modo da non sviluppare, o di rallentare questo sviluppo, il più possibile.

Questa è una malattia riguardante solo persone più anziane?

Purtroppo no! L’artrite reumatoide non ha nulla a che fare con l’età e può colpire individui di età maggiore o minore

Infatti l’artrite reumatoide presenta due categorie:

  • L’artrite reumatoide delle persone adulte
  • E il giovane artrite reumatoide

Tuttavia, anche se è la stessa malattia, il quadro clinico di una categoria è molto differente dal quadro clinico dell’altra.

Come è causata l’artrite reumatoide?  

Questa domanda non può avere una risposta specifica e chiara, tuttavia è probabile che l’artrite reumatoide è dovuta a fattori ereditari e DNA.

L’artrite reumatoide è già classificato tra i noti malattie autoimmuni, un fatto che dimostra la difficoltà del sistema immunitario di funzionare correttamente, con un risultato di trasformare contro l’organizzazione stessa e attaccarlo.

Nonostante la speculazione sulla ereditarietà della malattia, questo non è stato confermato, e non è chiaro che processi portano all’attivazione di questo atteggiamento aggressivo del sistema immunitario verso dell’organismo stesso.

Quali sono i sintomi che l’artrite reumatoide è demoinstrated?   

Purtroppo questa malattia è evolutiva, il che significa che i sintomi, passando attraverso una fase all’altra, si moltiplicano e divantano aggravati.

1a fase della malattia:

  • Dolori alle dita degli arti superiori e inferiori
  • Attacco simmetrico delle articolazioni della destra e di sinistra metà
  • Rigidità delle dita

2a fase della malattia:

  • Convulsioni
  • Gonfiore delle articolazioni
  • Irritazione della pelle, che ha un aspetto rosso e caldo   
  • E’ difficile per la persona di chiudere il palmo della mano in un pugno

3a fase della malattia:

  • Rigidità degli arti
  • Deformazione degli arti
  • Palmi rivolti verso l’esterno
  • Dita dei piedi che curvano verso l’esterno     

Fase finale della malattia:  

  • Rigidità al punto di paralisi
  • La pelle delle zone colpite dalla malattia comincia a mostrare piccoli grumi   
  • I tendini, muscoli e legamenti della zona che è stata colpita, sono anche attaccati dalla malattia
  • Danno della cartilagine, seguita dal danno dell’osso trovato nella zona colpita
  • Dolore acuto e molto grave che non va via

Inoltre, la persona sofferente di questa malattia a parte di questi segni che sono collegati a malattie articolari puro, si potrebbe dimostrare e altri manifestazioni completamente diversi e non legati alle articolazioni, ma legati alla malattia.

Tali manifestazioni possono riguardare:

  • i nervi e il sistema nervoso
  • il cuore
  • i reni
  • il sistema gastrointestinale
  • gli occhi
  • i polmoni
  • ma anche altri organi vitali

Può la dieta influenzare l’evoluzione della malattia?

Come abbiamo già accennato, questa malattia non può essere curata. L’unico obiettivo è la sospensione dello sviluppo della malattia

Alcuni passi importanti che contribuiscono a raggiungere questo obiettivo sono:

  • Dieta buona e corretta
  • Smettere di fumare
  • Smettere del consumo di caffè o un limitazione sufficiente
  • Esercizio del corpo 
  • Fisioterapia
  • Forme alternative di trattamento (agopuntura, massaggi, ecc)   

Cosa è incluso nella dieta giusta per questa malattia?    

Inizialmente dobbiamo ricordare che il programma di dieta dovrebbe essere stabile, senza alcuna modifica di potere calorifico. I pasti devono essere di poche calorie. Il grasso consumato deve essere ricco (​​il grasso insaturo) e basso (il saturo).

L’assunzione di vitamina D e di calcio è molto importante per la salute delle ossa, mentre è consigliabile di evitare il consumo della carne rossa, che aumenta i livelli di colesterolo e il rischio di ictus, o di malattie cardiovascolari, che è già elevato a causa della artrite reumatoide

È consigliato di avere un controllo da uno specialista che informa la persona per tutte le mosse necessarie e seguirà da vicino i progressi della malattia.

Comments are closed.